LA RETE DI PRODUTTORI

agricoltoreUn cibo pulito, forte e nutriente è stata una costante domanda di larghe fasce di consumatori negli ultimi vent’anni. Se l’industria agro-alimentare ha risposto con linee commercialmente più attraenti (il bio), non ha in realtà soddisfatto in pieno la richiesta di alimenti essenzialmente incontaminati e salutari. In aggiunta a ciò, l’utilizzo estensivo, globale, di sementi mutate nei laboratori allo scopo di raggiungere maggiori quantità (anche prodotte con metodi bio) ha portato a un misurabile impoverimento delle sostanze nutritive, oltre che all’abbandono di specie locali originarie.

Da qui una richiesta di mercato, italiano ed europeo, di farine e paste superiori, libere da contaminanti, intese a un percorso di alimentazione corretta, quando non di ripristino di una salute compromessa. Ma a fronte di tale richiesta le forniture sono discontinue e disorganizzate, anche per mancanza di conoscenze appropriate.

L'obbiettivo è creare un networking di produttori che partecipino alla produzione di cibi eubiotici, ossia prodotti a “ciclo puro”, una produzione di Alimenti per la salute e il benessere.

Salutealimentare, grazie all’aiuto di specialisti di alto livello, di ricercatori e di tecnici, congiuntamente ai partner istituzionali, ha rilevato una serie di offerte del territorio in grado di creare un quadro d’azione in risposta a questa domanda.

Rete di produttori aderenti a SALUTE ALIMENTARE®

Fattorie Monte Paolo - Azienda Agricola Sofia – Dovadola
Corte San Ruffillo – Dovadola
Azienda Agricola Agnoletti Mauro - Castrocaro Terme

LA SEED ACTION

Il progetto iniziale, la seed action, prevede di realizzare una seire di attività che iniziano con la mappatura delle Aziende agricole delle colline romagnole interessate a partecipare alla Rete. Si sviluppa nella creazione di regole comuni e parametri di coltivazione a ciclo puro e la definizione di accordi con aziende di certificazione e laboratori di analisi. Prosegue con la selezione di impianti di trasformazione (mulini, pastifici) e impianti di stoccaggio delle materie prime.

La formazione sulle tecniche agrarie ottimali (per i frumenti antichi, ortaggi e altro) rappresenta un punto fondamentale per trasferire e divulgare al meglio la Cultura per le Culture a ciclo puro, anche con l'utilizzo di strutture già disponibili per creare un Centro di Ricerca, un laboratorio agricolo dedicato (Farm Lab).

La promozione verso operatori qualificati (medici, strutture sanitarie), strutture edicative e sociali (scuole), anche grazie al supporto degli Enti pubblici che hanno rilasciato il Patrocinio, rappresenta il primo passo di una comunicazione che va in contro alle esigenze della Popolazione e delle Strutture Sociali.

Con il Patrocinio di:

patrocini